fitoterapia, floriterapia, cosmesi fresca

Biancospino

BiancospinoIl Biancospino cresce in aprile, è un arbusto spinoso con fiorellini bianchi, nel sottobosco, ai margini dei boschi o nei pascoli, molto bello a vedersi in fiore.

Per chi è ansioso o iperteso, si possono raccogliere foglie e fiori di biancospino per fare un delicato infuso calmante.

Iperico

IpericoPasseggiando nei primi giorni di luglio possiamo incontrare una pianta solare di grande interesse: l’iperico.

Detta anche Erba di S. Giovanni o Scacciadiavoli, nel Medioevo era raccolta il 23 giugno (vigilia di S. Giovanni) e appesa sulla porta della casa per allontanare gli spiriti maligni.

E’ una erbacea alta fino a 1 metro che può vivere fino ai 1700 metri di altitudine. I fiori, di colore giallo-oro, e le foglie sono caratterizzati da puntini che si possono osservare anche in controluce; i boccioli, se schiacciati, rilasciano un liquido rosso.

L‘iperico ha un importante utilizzo per le proprietà calmanti ed anti-depressive del suo infuso; bisogna però avere l’accortezza di non esporsi alla luce del sole durante il periodo d’assunzione perché rende la pelle fotosensibile. Per macerazione dei fiori, si ottiene un oleolito dal caratteristico colore rosso, che viene usato nelle scottature, anche solari.